blog

La veranda Smania nella storia

20.02.2019

Il termine veranda, originario dell’India, è stato introdotto nei paesi mediterranei, verso la fine del XV secolo, per indicare le logge di costruzione leggera che circondavano le abitazioni dei paesi tropicali o solo le parti maggiormente esposte al sole. Queste logge venivano chiuse semplicemente con tendaggi o stuoie, per creare delle zone ombreggiate e più fresche.

 

Nei paesi dell’Europa centrale e settentrionale, la veranda, chiusa su tre lati con vetrate, aggettava dalle mura perimetrali di un edificio, e poteva essere utilizzata per vari scopi, proprio come oggi: custodire piante e fiori durante la stagione invernale, godere di una maggiore e migliore visuale verso l’esterno oppure aumentare la superficie naturale illuminante negli ambienti.

 

Con queste finalità, le verande hanno trovato larga applicazione nei secoli a seguire e costituiscono, tutt’ora, un’ottima soluzione per creare una continuità tra interno ed esterno: un modo per stabilire una connessione più intima con il cielo, il panorama, il verde, la luce e l’aria.

 

Avere una bella veranda significa poter godere di uno spazio privilegiato della casa in cui rilassarsi, leggere, cenare con amici, dedicarsi alla cura delle proprie piante: un ambiente da progettare in base ai propri gusti e ai propri desideri.

 

In comune con i giardini d’inverno, le verande sono espressione del bisogno di maggiore contatto dell’uomo con la natura. In entrambi i casi, l’arredamento gioca un ruolo fondamentale e Smania non si è tirata indietro. In passato ha progettato due storiche collezioni dedicate alla veranda, affascinanti soluzioni, dal sapore coloniale, che sapevano esprimere, attraverso i materiali, e le loro sapienti lavorazioni artigianali, tutta la qualità della proposta Smania. Il legno intrecciato, la pelle, il bambù di ispirazione esotica, tanto in voga in quegli anni: connubi ricercati che ebbero grande successo. Si trattava di collezioni complete, da inserire anche in altri ambienti della casa. Oltre a divani, tavolini e poltroncine, Magnolia e Traditional comprendevano anche arredi per la zona notte, frutto della stessa ispirazione, per una casa total look.

 

Quest’anno Smania ha approfondito ulteriormente il tema, spingendosi oltre e declinandolo in modo ancora più ampio. Intercettando i bisogni dell’uomo contemporaneo, ha lavorato per dar forma ad una risposta originale, versatile e ricca di sfumature interpretative.

 

La sfida: realizzare una collezione inside-out capace di creare l’atmosfera e la sensazione di un rifugio lussuoso. Per raggiungere questo obiettivo, Smania ha progettato degli arredi confortevoli ed eleganti in grado di evocare la natura e lo stato di benessere ed armonia che gli spazi aperti sanno donare. Sarà una collezione speciale, che vedrà nuovamente protagonisti i materiali e l’eccellenza made in Italy.

 

Nata per accontentare un pubblico esigente ed attento alle nuove tendenze dell’arredo, la nuova collezione sarà presentata in occasione del prossimo Salone del Mobile di Milano.

 

I più letti

SMANIA su WeChat, il multifunzionale ecosistema cinese
I nuovi trend del lusso nel mondo
Smania alla Biennale del Cinema di Venezia come sponsor della Venice Movie Stars Lounge
belmond come arredare una casa di lusso
Come arredare una casa di lusso: tutto quello che c’è da sapere

Categorie

newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e iscriviti alla nostra newsletter
per essere sempre aggiornato sulle novità e gli eventi Smania